Le Azioni Tesla sono ancora un valido investimento?

Cosa sta succedendo alle azioni Tesla? L’azienda di Elon Musk è ancora un titolo valido da tenere in portafoglio oppure si sta dirigendo con una certa velocità verso il tracollo finanziario? Proveremo a fare chiarezza in questo articolo, incominciamo con il dire che il 2019 e il 2020 vedranno l’ingresso delle Big Car Companies nel mercato delle auto elettriche e a guida autonoma (Audi, Bmw, etc) e allora lì si che saranno dolori per Tesla.

Azioni Tesla
Azioni Tesla
Azioni Tesla

Tesla: è già finito il presunto boom?

Ma andiamo con ordine. Se analizziamo i grafici ci rendiamo conto subito che il mercato è stato sempre incerto sulle azioni Tesla: le vede come un’opportunità che non si stabilizza mai, un pò come la cinese Nio.

Il prezzo delle azioni Tesla non ha fatto altro che lateralizzare per ben tre anni (2014-2017) dal primo piccolo boom del 2013, poi è salita nel 2017 e da allora è in un limbo compreso tra 250 dollari e 280 dollari, alla facci adella volatilità!

Qui c’è qualcosa che non mi quadra, io su dei grafici del genere non investo neanche un euro, me ne sto alla larga. Ma vediamo se mi sbaglio, magari è una super azienda con i conti a posto e un sacco di utili.

Come vanno le vendite di Tesla?

Ecco alcune veloci considerazioni sulla drammatica situazione di Tesla:

  • Le consegne di Tesla Q1 sono state inferiori a quelle previste, al di sotto delle aspettative per ben 50.900 Model 3 e 12.100 Model S e X.
  • Tutto ciò nonostante tre turni di riduzione dei prezzi e l’introduzione delle varianti più economiche.
  • Nonostante Tesla confermi le linee guida per l’intero anno, perché i prossimi trimestri non dovrebbero essere peggiori quando arriverà una maggiore concorrenza e gli ordini internazionali saranno esauriti?

Tesla vs Concorrenza

Tesla ha venduto 12.100 modelli S e X in tutto il mondo nel primo trimestre, rispetto alla previsione di 17.332.

L’Audi E-Tron è stata lanciata solo a febbraio e ha superato il Model X. Quando sarà introdotta negli Stati Uniti quest’estate, le vendite di Tesla potrebbero calare ancora.

Ecco un elenco di catalizzatori negativi per le vendite del modello S e X nel 2019:

  1. Maggio-giugno: Audi lancia E-Tron negli USA
  2. Giugno: Mercedes EQC lancia le prenotazioni in UE
  3. 1 luglio: ulteriore riduzione del credito negli USA per tutte le automobili Tesla
  4. Settembre: arriva la Porsche Taycan. Gli ordini aprono a ottobre con consegne entro gennaio.

Il 2020 porterà poi una maggiore concorrenza di fascia alta: BMW IX3, Mercedes EQC negli Stati Uniti e Volvo XC40. Nel 2020, ognuno dei veicoli sopra citati avrà un credito FIT di $ 7500 disponibile mentre Model S e X non ne avranno. E questo potrebbe voler dire che vendite di Model S e X continueranno a diminuire durante il 2019.

Ricapitoliamo i problemi di Tesla

Quindi ricapitoliamo: Tesla ha venduto finora poche auto, ha avuto diversi problemi di incidenti nei test per la guida autonoma che hanno non poco preoccupato gli investitori.

Il design delle Tesla non è granché, molto da americano medio ma in europa non funzionerebbe, e sappiamo tutti quanto è importante nelle auto il design, altrimenti lwe case automobilistiche non si rivolgerebbero ad aziende esterne per l’ideazione degli sketch sulle nuove vetture (Pininfarina, Giugiaro, etc).

Ha cambiato diverse volte in corsa il business plan, ristrutturato un paio di volte l’azienda, licenziato un sacco di gente e tra 18 mesi arrivano Bmw, Audi, Volkswagen a fargli concorrenza.

E perché dovrei scommettere su un’azione del genere? Che beneficio ne avrei? Sarebbe più logico investire su altre aziende dell’automotive, con una rete vendita seria e un Brand affermato.

Vuoi scoprire invece delle azioni valide, di aziende in crescita? Iscriviti alla newsletter:

Libri di Trading in Offertatrading