Cosa significa che il mercato sconta tutto ?

Cosa significa che il mercato sconta tutto

Con il termine il mercato sconta tutto si intende che la variazione del prezzo di un’azione tiene conto di tutto quello che riguarda l’azienda stessa e il mercato in ogni singola giornata di contrattazioni.

In che senso? L’oscillazione del prezzo di un’azione viene influenzata nell’arco della giornata da una serie di fattori, diretti e indiretti, tra cui troviamo quelli legati prettamente alla produttività: andamento delle vendite, utili, roi, etc.

Cosa incide sul prezzo di un’azione

Incide sul prezzo di un’azione anche tutto quello che riguarda i fattori socio economici: eventuali crisi economiche o recessioni, esternazioni di presidenti o conferenze stampa di direttori di banche centrali, ma anche la semplice paura legata ad eventi apparentemente slegati dalla finanza.

Anche dei semplici rumors o notizie che sembra non non riguardare l’azienda possono incidere: sono i cosiddetti sentiment dei trader che vengono influenzati da paure legate all’andamento dell’economia.

Oltre a tutto ciò influsicono anche le notizie sui principali competitor oppure previsioni sul settore di appartenenza: quindi per la valutazione e la scelta di un’azione occorre valutare anche il momento in cui si decide di entrare a mercato perché deve essere favorevole.

Analisi Tecnica vs Analisi Fondamentale

Il fatto poi che il mercato sconta tutto fa si che non possiamo basare il nostro entrare a mercato solo dall’analisi fondamentale e solo dall’analisi tecnica e dai pattern delle candele giapponesi. Questo perché sul mercato azionario americano ci sono quasi 8.000 azioni, e basandoci solo sui fondamentali se una determinata azienda ha una crisi improvvisa di tipo politico-istituzionale (basti pensare al caso Atlantia in Italia) per assurdo i suoi fondamentali saranno ancora ottimi ma il titolo crollerà sul mercato.

Viceversa, basandosi solo sull’analisi tecnica siamo praticamente in ballo degli investitori istituzionali e delle loro tecniche per far oscillare il titolo e chiudere gli stop loss dei trader retail (i market maker possono vederli). Quindi occorre valutare un’azione sfruttando tutte le informazioni a disposizione e soprattutto bisogna conoscere le aziende che stiamo mettendo in portafoglio: cosa fanno, che prodotti hanno, che quota di mercato? Che utili prevedono per il futuro? Come stanno andando? Hanno nuovi prodotti in produzione? E i loro competitor cosa stanno facendo?

Tutto questo fa parte del lavoro del trader e rientra nell’analisi per la scelta di un’azione. Ricordiamo poi quanto anche il semplice sentiment del mercato possa incidere sul prezzo, anche notizie false e veicolate ad hoc oppure la paura del momento possono far crollare un’azione in pochi minuti. Al contrario, euforia e voci di mercato troppo favorevoli possono alimentare una bolla che farà decollare il prezzo e poi crollare subito dopo (triste l’esempio delle azioni tiscali oppure dei bitcoin).

Newsletter di Trading Online: