CEO di HP si dimette, azioni in calo

(Reuters) – HP Inc (HPE) ha dichiarato giovedì che l’amministratore delegato Dion Weisler si dimetterà dopo quasi quattro anni nel ruolo e prevede profitti del quarto trimestre al di sotto delle stime di Wall Street, facendo scendere le sue azioni del 6% negli ultimi scambi.

Le azioni di HP (HPE) sono in un trend negativo molto evidente da Marzo 2019, trend che dopo questa notizia non può che consolidarsi e quindi portare le azioni in modalità Bearish, consigliamo quindi la vendita a prezzo di mercato.

La società ha dichiarato che Weisler, 52 anni, lascia il ruolo per occuparsi di una questione di salute familiare. Enrique Lores, un veterano di 30 anni con la società e attualmente presidente del settore imaging, stampa e soluzioni HP, assumerà la posizione di CEO il 1 ° novembre.

“A nome del consiglio di amministrazione, rispettiamo la decisione di Dion di supportare le esigenze della sua famiglia”, ha dichiarato Chip Bergh, presidente del consiglio di amministrazione di HP.

Lores, che ha iniziato come stagista di ingegneria con la società, ha svolto un ruolo nella divisione di Hewlett-Packard Co in due società quotate in borsa. Il 53enne è stato anche coinvolto nell’acquisizione da $ 1,05 miliardi dell’azienda nel settore delle stampanti Samsung nel 2017.

HP Inc, con sede a Palo Alto, California, azienda hardware che precedentemente faceva parte della Hewlett Packard Company, prevede un profitto del quarto trimestre compreso tra 55 e 59 centesimi per azione, con un punto medio inferiore alla stima media degli analisti di 58 centesimi, ai dati IBES da Refintiv.

Per il terzo trimestre conclusosi il 31 luglio, HP Inc ha registrato ricavi per $ 14,60 miliardi, leggermente al di sotto delle stime degli analisti, penalizzati dalle scarse vendite nel settore della stampa.

La società ha riportato utili rettificati di 58 centesimi per azione, oltre i 55 centesimi stimati dagli analisti.

Le azioni della società sono diminuite del 6,2% a $ 17,75 negli ultimi scambi.